Oggi parliamo di

eliminare il calcare, come togliere il calcare dai rubinetti del bagno,

Eliminare il calcare dalle cromature e dai sanitari

Le incrostazioni di calcare sono una delle maggiori insidie per le rubinetteria e i sanitari della casa. Alcuni consigli per eliminare il calcare dalle cromature e dai sanitari.
Particolarmente difficili da pulire, a lungo andare possono compromettere anche in maniera irreversibile il corretto funzionamento di rubinetti, caldaie e tubature.

Il problema non è quindi solamente estetico, bensì anche funzionale, per questo motivo è importante intervenire ricorrentemente per prevenire la formazione delle incrostazioni.

Perché e come avviene la formazione del calcare?

La formazione del calcare è un processo totalmente naturale, dovuta principalmente alla durezza dell’acqua. Durante il percorso dell’acqua dalla fonte a valle, in essa si disciolgono piccolissimi sedimenti di rocce calcaree ricchi di calcio e magnesio.

Quanto più la concentrazione di questi due elementi è alta, tanto più l’acqua sarà dura e la formazione del calcare sarà ancora più frequente e persistente.

La formazione del calcare è direttamente collegata anche alla pressione e alla temperatura a cui viene portata l’acqua: quante volte, portandola ad ebollizione, avrete notato i sedimenti calcarei depositarsi in poco tempo lungo le pareti della pentola?

Rimuovere il calcare: alcuni consigli!

Se vuoi rimuovere efficacemente il calcare dai rubinetti del bagno o della cucina, ci sono tanti rimedi sia naturali che chimici che possono fare al caso tuo!
Il nostro consiglio è quello di ricorrere ai rimedi naturali, quelli chimici, seppur efficaci, sono comunque altamente inquinanti e potenzialmente dannosi anche per la nostra salute.
Cosa vi serve? Molto probabilmente niente di più di quanto già avete in casa! I principali alleati naturali per la lotta contro il calcare, infatti, sono:

  • aceto bianco;
  • bicarbonato di sodio;
  • limone;
  • sale.

Dopo aver raccolto tutto l’occorrente, potete iniziare la pulizia dei rubinetti sia della cucina che del bagno. Prendete contemporaneamente limone (o aceto bianco) unitelo al bicarbonato di sodio (o sale) e dell’acqua tepida fino a formare una miscela omogenea. Applicate o spruzzate la soluzione ottenuta lungo tutte le superfici incrostate, lasciate agire qualche minuto e successivamente strofinate energicamente fino a rimuovere tutti i residui calcarei presenti.

Un’idea alternativa e molto efficace, è quella di versare una miscela di aceto o bicarbonato all’interno di un piccolo sacchetto di plastica, legarlo al corpo del rubinetto da pulire e lasciare agire per 3-8 ore. Allo scadere del tempo, rimuovete il sacchetto e strofinate la superficie con una spazzola o spazzolino, il risultato ti sorprenderà!

Nel caso dei rubinetti bronzati, prestate maggiore attenzione e procuratevi un panno morbido per asciugare la superficie. Utilizzate una miscela di farina, aceto e sale da applicare sul rubinetto e lasciare agire per qualche minuto. Con l’aiuto di una spugna abrasiva ripulite la superficie ed eseguite un buon risciacquo finale.

Per le incrostazioni più contenute, anche una semplice miscela di sale e acqua tiepida si rivela piuttosto efficace. Un ultimo consiglio semplice, è quello tagliare delle fette di limone o di cetriolo da strofinare lungo la superficie, lasciare agire e in ultimo risciacquare.

Se ti serve aiuto nella lotta al calcare, Scaligera Impresa mette al tuo servizio al sua esperienza pluriennale per offrirti il miglior servizio possibile. Attraverso l’utilizzo di prodotti ecologici e macchinari avanzati, il calcare non sarà più un problema!

Leggi altri articoli di Scaligera Impresa, impresa di pulizie a Verona e provincia.