Oggi parliamo di

Come pulire le fughe dei pavimenti

Pulire le fughe dei pavimenti è una delle operazioni spesso più odiate, che si tende quindi a trascurare o a rimandare. Col tempo, infatti, polvere, sporcizia e muffa tendono ad accumularsi nelle fughe redendole visibilmente sporche a causa del caratteristico colore nero che assumono.

Ovviamente delle fughe ben pulite sono sinonimo di pulizia e cura quotidiana, ma non è semplice prendersi cura di queste sezioni del pavimento. Può persino capitare che, nonostante i lavaggi quotidiani, i risultati ottenuti siano insoddisfacenti.

Le fughe dei pavimenti

Le fughe sono quella parte del pavimento che suddividono le diverse mattonelle le une dalle altre, ma si possono ritrovare anche nelle piastrelle delle pareti, soprattutto di cucine e bagni.
Generalmente sono di colore bianco, ma a seconda della mattonella o del materiale, possono presentarsi in altri colori come il grigio, o il nero.

Le ragioni per cui le fughe tendono a sporcarsi velocemente possono essere tante. Il motivo principale è l’accumulo della polvere e dello sporco che si trova sul pavimento, che non sempre viene raccolto in maniera adeguata. Nonostante ci si ostini a passare l’aspirapolvere, la scopa e a lavare il pavimento, la sporcizia tende comunque a depositarsi in queste intercapedini, formando uno strato nero che ricopre o altera il colore originale delle fughe.

Le fughe possono sporcarsi anche a causa dell’umidità presente in una stanza, fenomeno che porta alla formazione di muffa che tende poi a consolidarsi tra una fuga e l’altra. In ambienti come la cucina, poi, le fughe tendono a ingiallirsi o accumulare sporcizia più velocemente, soprattutto quelle delle piastrelle presenti in prossimità del piano cottura, o del lavandino.

Come pulire le fughe delle piastrelle

Per la pulizia delle fughe esistono in commercio degli additivi specifici che possono semplificare questa attività. Ma se preferisci utilizzare delle soluzioni totalmente naturali, bicarbonato e acqua ossigenata, in abbinata ad aceto e acqua calda sono in grado di rimuovere efficacemente anche lo sporco più ostinato, donando immediatamente un aspetto più bianco e igienizzato a tutte le mattonelle o piastrelle.

Un’altra soluzione molto efficace è la pulizia a vapore. Il vapore acqueo è il migliore alleato per combattere la sporcizia delle fughe. Non sono necessari prodotti o additivi chimici particolari, ma è sufficiente utilizzare un apposita macchina a vapore per sciogliere ed igienizzare le superfici in maniera efficace e naturale.

Oltre a l’utilizzo dei prodotti o del vapore, è ovviamente necessario il classico olio di gomito per ottenere dei risultati di pulizia soddisfacenti. Se vuoi utilizzare il bicarbonato, ad esempio, dovrai discioglierlo in dell’acqua calda e iniziare ad applicare questa miscela sul pavimento, strofinando energicamente ogni singola fuga con uno spazzolino o una spugna abrasiva.

Nel caso dell’aceto, invece, sarà sufficiente discioglierlo in dell’acqua tiepida, nebulizzare la soluzione sul pavimento, lasciare agire per qualche minuto, e poi pulire il tutto con uno straccio vecchio.

Perché le fughe richiedono una pulizia professionale

Come si è avuto modo di vedere, la pulizia delle fughe non è un operazione affatto semplice. Bisogna inchinarsi e iniziare a strofinare con forza ogni singola fuga. Ecco, quindi, che se le superfici da pulire sono piuttosto ampie, ci si ritrova di fronte ad un lavoro piuttosto impegnativo e faticoso, che richiederà molto tempo per essere completato del tutto. Inoltre, nonostante tutta la fatica, non è detto che i risultati ottenuti siano quelli sperati.

Per queste ragioni, richiedere il nostro servizio professionale per la pulizia delle fughe è la soluzione ideale per ottenere ottimi risultati in poco tempo, e soprattutto senza faticare.
Grazie all’esperienza dei nostri professionisti possiamo far tornare allo splendore originale le fughe delle tue mattonelle, del pavimento o delle piastrelle delle pareti!